DTF 141 II 338 del 07.08.2015 (ricorso di diritto pubblico)

Art. 8 cpv. 1 e 127 Cost, art. 11 cpv. 1 LAID – tariffe d’imposta applicabili ai genitori divorziati; se entrambi i genitori si occupano in modo equivalente del mantenimento del figlio la tariffa ridotta va concessa al genitore che dispone del reddito più basso

Nel caso in cui i coniugi divorziati fruiscono dell’autorità parentale congiunta, di una custodia alternata equivalente, se non viene versato alcun contributo di mantenimento e se i genitori hanno convenuto di assumere il mantenimento del figlio in parti uguali, il genitore che contribuisce per l’essenziale al mantenimento del figlio è quello che dispone del reddito più basso; di conseguenza deve essergli concessa la tariffa ridotta per l’imposta federale diretta e per le imposte cantonale e comunale sul reddito. In questo contesto la soluzione dell’Amministrazione federale delle contribuzioni, che consiste a concedere detta tariffa al genitore che dispone del reddito più elevato, viola il principio della capacità economica verticale (precisazione della giurisprudenza; consid. 3-7).

Pubblicazione della sentenza nel sito del Tribunale federale (www.bger.ch)

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Famiglie e figli e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.