DTF 2A.329/2002 del 14.01.2003 (ricorso di diritto amministrativo)

Art. 3,5 cpv. 2 e 4, 6 LPar: discriminazione nell’assunzione; onere della prova – mancata assunzione quale specialista delle dogane

Il ricorrente, con famiglia, ritiene di non essere stato assunto per mancanza di flessibilità e mobilità (disponibilità a cambiare luogo di domicilio) che ne derivava.
In caso di mancata assunzione, incombe al ricorrente portare la prova della discriminazione. La mancanza di flessibilità e mobilità era soltanto uno degli elementi presi in considerazione; determinante era la mancanza di motivazione (alla carriera). Inoltre, la mobilità richiesta nel caso concreto era basata su motivi oggettivi. Non era quindi provato che vi fosse discriminazione nell’assunzione legata allo stato civile e alla famiglia.
Questa sentenza è interessante per il fatto che non è contestato che il divieto di discriminazione per motivi di stato civile o situazione della famiglia si applica anche a persone di sesso maschile.

Pubblicazione della sentenza sul sito del Tribunale federale (www.bger.ch)

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Assunzione e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.